Home / News / POSITIVE Impact UX Challenge: vince il team al lavoro con la Cooperativa Sociale A.L.P.I.

POSITIVE Impact UX Challenge: vince il team al lavoro con la Cooperativa Sociale A.L.P.I.

È il team composto da Valeria Fanin, Patrick Lasta, Andrea Sartori, Arianna Succi Leonelli, Diletta Tosetto a vincere la sfida tecnologica di Fondazione HIT e Trentino Social Tank dedicata all’innovazione digitale delle imprese sociali
Published on:
20 February 2024

Sono Valeria Fanin, Patrick Lasta, Andrea Sartori, Arianna Succi Leonelli, Diletta Tosetto, studenti e studentesse della magistrale in Human Computer Interaction e Interfacce e Tecnologie della Comunicazione del Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive – DIPSCO dell’Università di Trento, i vincitori della POSITIVE Impact UX Challenge 2024, la sfida di innovazione di Fondazione HIT e Trentino Social Tank.

Il team ha saputo cogliere e interpretare al meglio la sfida proposta da Cooperativa A.L.P.I. scs, cooperativa sociale di inserimento lavorativo costituita a Trento nel 1990 con l’obiettivo di offrire e creare opportunità di lavoro per persone in particolari situazioni di difficoltà. La richiesta di innovazione consisteva nell’ottimizzazione dell’esperienza utente di un’app mobile già utilizzata dai tutor della Cooperativa stessa per il monitoraggio e la valutazione di progetti di inserimento lavorativo.

Nell’elaborazione del progetto, il gruppo di lavoro è stato affiancato dal mentore Nicola De Franceschi, architetto dell’informazione e consulente informatico. Gli studenti vincono la possibilità di partecipare al Social Innovation Campus 2024, lanciato nel 2019 dalla Social Innovation Academy di Fondazione Triulza presso il MIND, Milano Innovation District.

L’evento finale di presentazione dei risultati elaborati dai team, frutto di una settimana di lavori, si è tenuto nel pomeriggio di ieri, lunedì 19 febbraio, presso la Sala InCooperazione della Federazione Trentina della Cooperazione.

 

IL PROGETTO EUROPEO POSITIVE

Durante la UX Challenge, organizzata quest’anno congiuntamente da Fondazione HIT e Trentino Social Tank nell’ambito del progetto europeo POSITIVE, in collaborazione con la Federazione Trentina della Cooperazione, i 5 team composti da studenti e studentesse dell’Università di Trento hanno applicato le metodologie di User-Centric Design, Interaction Design, Service Design e Design Thinking a problemi e sfide che riguardano l’usabilità, l’utilità e l’accettabilità di prodotti e servizi digitali (software, app, interfacce persona-macchina) presentate da imprese, quest’anno destinate ad avere un impatto sociale. A supportarli nel loro lavoro, 5 tutor esperti del settore – oltre a Nicola de Franceschi, Maria Teresa Stella, Dario Betti, Giulia Deppieri e Simona Silvestri.

Grazie al progetto POSITIVE (acronimo di Participatory Open Social Innovation Through Interlinking Valuable Ecosystems), la Challenge trentina quest’anno si è svolta “in gemellaggio” con altri 2 paesi europei, non solo a Trento ma anche in Germania (dove si terrà in aprile) e in Lituania (dove si è tenuta la scorsa settimana), permettendo così di confrontare esperienze nazionali peculiari. Ciò che tutti e tre i contesti hanno in comune è mettere in connessione gli ecosistemi dell’innovazione tecnologica con quelli dell’innovazione sociale.

 

LE SFIDE

Le sfide proposte dalle altre 4organizzazioni partecipanti hanno riguardati:

  • La progettazione di un’app per favorire l’autonomia abitativa di persone con disabilità psico-fisica, proposta dalla Cooperativa Sociale CS4;
  • Lo sviluppo di uno strumento (app o webapp) per tracciare le connessioni generate all’interno della community di Impact Hub Trento, rendendole note e promuovendo quindi il valore aggiunto di far parte del network.
  • Lo studio della user experience per un’app-diario dedicata genitori con figli di età inferiore ai 6 anni, per tenere traccia dei momenti salienti di sviluppo socio-educativo e culturale del bambino e offrire consigli pedagogico-educativi personalizzati, suggerimenti di lettura, e servizi socio-sanitari del territorio, proposta dalla Cooperativa Sociale La Coccinella;
  • L’integrazione di una sezione profilo nel sito web della Cooperativa Sociale La Rete rivolta agli utenti del servizio per tracciare su più livelli, sia amministrativi che operativi, le attività svolte e quelle programmate.

 

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

Subscribe to our newsletter to receive
our news right in your inbox!