Oltre 50 giovani talenti a disposizione delle imprese per ripensare l’esperienza d’uso dei prodotti digitali

La sfida tecnologica promossa da HIT, volta a far dialogare i più promettenti studenti e ricercatori trentini con il mondo dell’impresa locale, ha un vincitore: il team “Yuki”, composto da Maria Teresa Stella, Andela Sitnic, Simona Atanasova, Vesnaa Misic e Mattia Piccinelli, ha saputo rispondere alle esigenze e ai problemi dell’azienda TechnoAlpin con la proposta più interessante e innovativa.

UX Challenge è una sfida tecnologica ideata da HIT e giunta alla terza edizione, finalizzata a far incontrare il mondo della ricerca con quello delle imprese.
I migliori talenti del territorio negli ambiti del design, informatica e psicologia si sono infatti sfidati per trovare le soluzioni più avanzate a problemi reali dei prodotti e servizi ideati dalle aziende del territorio. Un modo per far dialogare due mondi non sempre concretamente in dialogo.

Nell’edizione 2019 HIT ha selezionato 5 prodotti digitali innovativi e interattivi di aziende con sede in Trentino-Alto Adige: Deenova (Trento), Nevicam (Rovereto), TechnoAlpin (Trento), Thread Solutions (Trento), Wuerth Phoenix (Bolzano). Per la risoluzione dei problemi invece, ha parallelamente coinvolto 50 giovani aspiranti innovatori del territorio – studenti, neolaureati e ricercatori – esperti in design ed interfacce digitali, e oltre 40 cittadini comuni, che in veste di potenziali utilizzatori finali del prodotto hanno testato in presa diretta il valore pratico di quanto proposto, fornendo suggerimenti e modifiche.

La rassegna finale ha avuto luogo nella serata di venerdì 4 ottobre presso il C-Lab di Piazza Fiera a Trento, ed è stata introdotta dai saluti dell’Assessore allo Sviluppo Economico, Ricerca e Lavoro Achille Spinelli: “Trovare le soluzioni tecnologiche che servono alle imprese è appunto la mission di HIT, ho visto questi giovani talenti al lavoro e la grande partecipazione a questa iniziativa, per alcuni aspetti persino divertente ed entusiasmante. Faccio loro i complimenti”.

Si tratta della terza edizione di un’iniziativa che riscontra sempre un forte interesse da parte delle imprese locali. Finora circa la metà delle soluzioni sviluppate nel corso di queste attività sono state recepite all’interno dei processi produttivi delle aziende coinvolte, portando ad un significativo miglioramento tecnologico del loro portafoglio di prodotti e servizi.

La “user experience” (UX) riguarda le sensazioni e i pensieri di natura soggettiva che ognuno di noi prova quando ha a che fare con un determinato prodotto, servizio o sistema. L’esperienza d’uso ci fa considerare ad esempio un prodotto digitale come semplice, utile, immediato, efficiente (oppure complicato, incompleto, o difficile da apprendere); in questo modo la UX contribuisce a definire la nostra soddisfazione con il prodotto, e l’atteggiamento verso l’azienda.

La UX Challenge è realizzata nell’ambito del Digital Innovation Hub, polo regionale nato a seguito di un accordo siglato da Confindustria Trento, HIT – Hub Innovazione Trentino, Confindustria Trentino Alto Adige, Assoimprenditori Alto Adige e IDM Alto Adige.

L’iniziativa è promossa da Hub Innovazione Trentino in collaborazione con l’Università di Trento, Fondazione Bruno Kessler, Trentino Sviluppo, Confindustria Trento, l’Istituto Pavoniano Artigianelli per le Arti Grafiche, NOI Tech Park, Architecta e UX bookclub Dolomiti.