AEVA Biotech è attiva nel settore red biotech, Galatea Biotech nel settore della circular bioeconomy

AEVA Biotech e Galatea Biotech vincono la tappa trentina del Roadshow BioInItaly Investment Forum & Intesa Sanpaolo Startup Initiative, evento di riferimento per l’innovazione nelle biotecnologie e scienze della vita in Italia, organizzato da Intesa Sanpaolo Innovation Center, Assobiotec-Federchimica e dal Cluster Nazionale della Chimica Verde Spring in collaborazione con HIT – Hub Innovazione Trentino e la Fondazione per la Valorizzazione della Ricerca Trentina.

Da ds: Vito D’Agostino (AEVA Biotech), Gianluca Carenzo (HIT)

 

AEVA Biotech vince per il settore “red biotech”, ovvero delle biotecnologie mediche. Il progetto d’impresa del team composto dai ricercatori del Dipartimento CIBIO dell’Università di Trento Vito D’Agostino e Alessandro Provenzani, mira allo sviluppo di strumenti diagnostici basati sull’analisi di vescicole extracellulari per rilevare biomarcatori nelle biopsie liquide di pazienti oncologici e monitorare l’evoluzione del tumore e la risposta alle terapie.

Da ds: Stefano Bertagnoli (Galatea Biotech), Gianluca Carenzo (HIT)

 

Galatea Biotech vince invece per il settore “circular bioeconomy”. Il progetto d’impresa si occupa di tecnologie per migliorare le bioplastiche, ovvero dello sviluppo di biopolimeri innovativi da impiegare ad esempio nel packaging alimentare.
Responsabile scientifico del progetto è Stefano Bertagnoli, il team di ricercatori nasce in seno all’Università Milano Bicocca.

Le startup vincitrici accedono ora alla seconda fase della competizione che prevede la partecipazione al percorso di coaching e selezione Intesa Sanpaolo StartUp Initiative, organizzato da Intesa Sanpaolo Innovation Center. Al termine di questo percorso le migliori proposte accederanno, nel mese di aprile, all’Investment Forum di Milano dove avranno l’opportunità di presentare il proprio progetto e business plan a Business Angel, Venture Capital e Corporate VC e altri stakeholder dell’ecosistema dell’innovazione.

Lo scorso anno è stata proprio la startup vincitrice della tappa trentina ad aggiudicarsi anche il prestigioso premio finale di BioInitaly Investment Forum & Intesa Sanpaolo Startup Initiative 2019.
Organoo, idea imprenditoriale high-tech nata dallo sviluppo di una tecnologia generata dal Dipartimento CIBIO dell’Università di Trento e supportata da HIT – oggi anche grazie al programma creato in collaborazione con Trentino Sviluppo Trentino Startup Valley – fu premiata come il più rilevante progetto di startup a livello nazionale per le scienze della vita tra oltre 150 progetti di impresa, anche per le importanti ricadute sulle scoperte di nuove terapie per la cura del cancro.

Comunicato stampa