Home / News / Gardascuola in visita a UniTrento e FBK

Gardascuola in visita a UniTrento e FBK

Una giornata di formazione sul campo per conoscere la ricerca trentina attiva nel riciclo e reimpiego delle materie plastiche
Published on:
15 April 2024

L’educazione è il fulcro su cui ruota il progresso di una società. Al fine di favorire lo sviluppo di una mentalità sempre più aperta a nuove iniziative imprenditoriali e pronta a cogliere le opportunità offerte dai processi di trasferimento tecnologico e diffusione della conoscenza, HIT promuove una serie di azioni di formazione dedicate ai/alle giovani, sullo sviluppo di competenze nell’ambito dell’innovazione e dell’imprenditorialità. Preparare i giovani sin dalle scuole superiori a cogliere le opportunità del mondo della ricerca significa infatti investire nel tessuto stesso dell’innovazione locale, creando un ambiente fertile in cui idee brillanti possono sbocciare e trasformarsi in soluzioni per le sfide del domani.

È in questo quadro che giovedì 11 aprile 2024, nel contesto del progetto europeo CIRCVET, gli studenti del Liceo di Scienze Applicate Gardascuola, Istituto Comprensivo Paritario di Arco, hanno avuto l’opportunità di visitare i laboratori della Fondazione Bruno Kessler, del Dipartimento di Ingegneria Industriale e del Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione dell’Università di Trento.

Ad accoglierli in mattinata in Università sono stati i ricercatori e le ricercatrici del laboratorio di sperimentazioni tecnologiche FabLab e del  Laboratorio di Polimeri e Compositi, dove viene svolta ricerca d’avanguardia nell’ambito dei polimeri eco-compatibili ed eco-sostenibili (compositi a matrice termoplastica, polimeri biodegradabili o da fonti rinnovabili, riciclo di plastiche). Nel primo pomeriggio la visita è proseguita ai laboratori del Centro Sensori e Dispositivi della Fondazione Bruno Kessler.

Obiettivo della visita è stato far scoprire ai/alle ragazzi/e che cosa si può fare, in campo accademico e di ricerca, per favorire il riciclo e reimpiego delle materie plastiche, settore che genera ogni anno 26 milioni di tonnellate di rifiuti e costituisce l’80% dei rifiuti marini.  Il progetto CIRCVET, finanziato dal programma europeo Erasmus+, mira infatti a sviluppare, testare e convalidare nuovo materiale educativo e metodologie didattiche innovative per formare sui temi della sostenibilità e dei materiali alternativi alla plastica.

Fondazione HIT, che partecipa al progetto come leader del WP8 sulla sostenibilità, si occupa in particolare di identificare, in collaborazione con l’Università di Trento, i bisogni formativi del territorio trentino e di supportare l’implementazione di programmi dedicati, coinvolgendo i principali stakeholder locali e cercando di innestare possibili sinergie con iniziative e attività già in essere.

Ulteriori informazioni sul progetto europeo Circvet: https://circvet.eu/?lang=it

Subscribe to our newsletter to receive
our news right in your inbox!