Home / Press room / Comunicati / Gardascuola in visita ai laboratori dell’Università e di FBK

Gardascuola in visita ai laboratori dell’Università e di FBK

Una giornata di formazione sul campo per conoscere la ricerca trentina attiva nel riciclo e reimpiego delle materie plastiche
Pubblicato il:
16 Marzo 2023
01 1

Trasformare dei pedalò dismessi in materiale plastico riutilizzabile. Dare vita a un oggetto con la stampa 3d reimpiegando scarti industriali. Abilitare l’utilizzo di nuovi biomateriali impiegando sofisticate tecnologie di ricerca. Si possono fare tante cose concrete, in campo accademico e di ricerca, per favorire il riciclo e reimpiego delle materie plastiche. Lo hanno imparato bene, grazie ad un progetto speciale, le classi terza e quinta del Liceo delle Scienze Applicate Gardascuola di Arco, in visita lunedì 13 marzo 2023 ai laboratori della Fondazione Bruno Kessler, del Dipartimento di Ingegneria Industriale e del Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione dell’Università di Trento. La giornata formativa è stata realizzata grazie a due progetti europei che vedono coinvolte Fondazione Hub Innovazione Trentino (HIT), UniTrento e Fondazione Bruno Kessler: CIRCVET e Future Bio, due iniziatice ad alto impatto territoriale pensate per far crescere i valori e le conoscenze necessarie a sviluppare una società sostenibile, in cui le risorse vengano gestite in maniera efficiente, in particolar modo nel settore delle materie plastiche.

«È stata un’occasione davvero preziosa» – ha commentato il professor Lorenzo Parisi, docente di informatica presso Gardascuola – «I ragazzi hanno avuto la possibilità di apprendere sul campo come sia possibile, anche sul nostro territorio, e grazie all’alta formazione e alla ricerca, agire in maniera molto concreta e attiva per ridurre il consumo della plastica e aumentare il riciclo di questo materiale. Al contempo, hanno potuto conoscere l’attività dei dipartimenti e i percorsi universitari e di ricerca più all’avanguardia, che fanno fortemente propri i temi dell’economia circolare. Un altro punto di forza dell’esperienza, è stata la possibilità di esporre le proprie proposte davanti ad adulti qualificati ed esperti del settore. È stata un’iniziativa densa di stimoli, che spero avremo la possibilità di replicare in futuro coinvolgendo tanti altri ragazzi».

Ad accogliere le classi in mattinata, al Dipartimento di Ingegneria Industriale e di Ingegneria e Scienza dell’Informazione, sono stati i ricercatori e le ricercatrici attivi presso il laboratorio di sperimentazioni tecnologiche FabLab e il Laboratorio di Polimeri e Compositi, dove viene svolta ricerca d’avanguardia nell’ambito dei polimeri eco-compatibili ed eco-sostenibili (compositi a matrice termoplastica, polimeri biodegradabili o da fonti rinnovabili, riciclo di plastiche). Nel primo pomeriggio la visita è proseguita ai laboratori del Centro Sensori e Dispositivi di Fondazione Bruno Kessler, dove, guidati dal ricercatore Massimo Bersani, hanno potuto vedere dal vivo sofisticati microscopi e tecnologie utili a svolgere ricerca nel campo dei materiali.

La giornata ha previsto anche un momento di restituzione dei lavori svolti negli ultimi mesi dalla classe terza per una challenge che chiedeva di elaborare alcune proposte innovative nell’ambito della gestione della plastica per il territorio dell’Alto Garda. Claudia Dolci, Referente FBK Junior – Ricerca e Innovazione per la Scuola e Milena Bigatto, Education Officer di Fondazione HIT hanno ascoltato le presentazioni degli studenti e fornito ai gruppi di lavoro loro preziosi consigli. La challenge (sfida) è stata lanciata agli studenti da Fondazione HIT, UniTrento e FBK, in occasione degli incontri formativi che hanno preceduto la visita dedicati ai temi dell’economia circolare e sostenibilità delle plastiche sviluppati nell’ambito dei due progetti europei Circvet e Future Bio.

Trento, 15 marzo 2023

Ulteriori informazioni sul progetto europeo Circvet: https://circvet.eu/?lang=it

Ulteriori informazioni sul progetto europeo Future Bio: https://futurebioproject.eu/en

 

pdf

pdf

pdf

Download comunicato

Per questo contenuto contatta:

Iscriviti alla nostra newsletter per sapere
ogni notizia in anteprima!